7 migliori software email marketing confronto

I 7 migliori software di email marketing a confronto

Se siete qui è perché volete iniziare a utilizzare le email per le vostre attività di promozione e comunicazione, e magari state provando a capire quali sono i migliori software di email marketing.
Complimenti, scelta saggia!

Spero che abbiate già letto la mia guida all’email marketing perché contiene davvero una valanga di informazioni utili su come eseguire al meglio questa attività.

Bene, dicevamo…

Per fare email marketing vi serve un software per gestire l’intero processo.

Ma quale scegliere tra i tanti esistenti? 

Ecco, ho selezionato per voi quelli che (almeno secondo me) sono i migliori software di email marketing, evidenziando le caratteristiche principali di ognuno, così da guidarvi nella scelta di quello più giusto per le vostre esigenze. 

Vediamoli insieme!

Come scegliere il giusto software di email marketing

Partiamo con una precisazione: un software o tool (insomma, uno strumento) di email marketing non è un semplice programma di scrittura ed invio delle email. Più precisamente è la cassetta degli attrezzi per lesecuzione di una campagna di email marketing.

Nella scelta di un software di email marketing dovete partire da un principio di base: 

definire in anticipo quali sono le vostre esigenze, quali potrebbero essere in futuro e quale obiettivo volete raggiungere con l’email marketing.

Saper rispondere a queste domande, risolve almeno il 50% del lavoro, perciò vi chiedo: 

  • Siete freelance e volete fare email marketing per vendere meglio i vostri servizi?
  • Avete una startup e con il vostro team volete fare email marketing per aggiornare i vostri primi clienti sui più recenti sviluppi del vostro software, o magari, lanciare una campagna di crowdfunding?
  • Siete un’azienda che vuole potenziare la sua presenza online e volete intraprendere questa attività per tenere aggiornati i vostri potenziali clienti su eventuali offerte e novità?
  • Avete un e-commerce o un prodotto digitale e volete fare email marketing per curare tutta la customer journey dei vostri clienti?

Come vedete, ci sono tanti esempi e motivi diversi per fare email marketing e stabilire per quale ragione volete iniziare è il vostro primo obiettivo se volete trovare il software che fa per voi.

Le caratteristiche principali di un software di email marketing

A seguire vi lascio una lista di quelle che reputo essere le funzioni fondamentali che un tool di email marketing dovrebbe avere e che dovreste ricercare quando sceglierete il software a cui affidarvi. 

Comprendere quali di queste (e in che quantità) sono comprese nel piano disponibile al prezzo che siete disposti a pagare, può fare la differenza nella scelta:  

  1. Lead o contatti: è il numero di indirizzi email che potete salvare nelle vostre liste (fate particolare attenzione qui, perché spesso il prezzo di questi strumenti varia particolarmente al crescere del numero di contatti registrati)
  2. Email: è il numero di email giornaliere o mensili che potete inviare (più il vostro database è grande, più email dovrete mandare, maggiore sarà nella maggior parte dei casi il costo del servizio)
  3. Raccolta del consenso: Opt-in, Opt-out e Double opt-in. Ve la faccio breve: nel raccogliere contatti (lead, indirizzi mail) dovete per forza chiedere il consenso dell’utente, al fine di rispettare le norme sulla privacy (come il GDPR). L’utente deve rilasciarvi volontariamente ed espressamente il consenso all’utilizzo del suo contatto per attività di marketing (così come per altri tipi di trattamento).
    Per questa ragione, quando richiederete attraverso un form il suo indirizzo mail, dovrete farlo in due modi:
    a. Opti-in attivo nei form: l’utente quando compila il form per la registrazione alla tua lista deve spuntare la casella di consenso al trattamento (attenzione: la casella non deve essere già “pre-spuntata”, poiché la normativa parla di consenso espresso o esplicito).
    b. Double opt-in: è il doppio consenso. L’utente dopo aver cliccato la spunta per confermare l’iscrizione alla lista dovrà prima ricevere e aprire la mail di conferma (che invierete in maniera automatica) e poi cliccare sul link presente al suo interno (anche inserito in un apposito pulsante) per confermare la volontà di iscriversi alla vostra lista. 
    N.B. Opt-out: ogni email che invierete dovrà contenere sempre un link per favorire il cosiddetto “unsubscribe”, la cancellazione dalla lista da parte dell’utente, nel caso in cui (per qualunque motivo) non voglia più ricevere le vostre email.
    Queste tre modalità di raccolta e/o gestione del consenso sono presenti praticamente in tutti i servizi di email marketing, ma è sempre meglio assicurarsi che ci sia tutto, soprattutto le opzioni di base.
  4. Reportistica e Statistiche: presenza di una sezione dedicata a report e statistiche, fondamentale per monitorare l’intero processo.
  5. Automazioni: possibilità di programmare campagne email o sequenze di email nel tempo o in risposta a determinati eventi e comportamenti. 
  6. Integrazione (API, Webhook e Zapier): possibilità di integrare la piattaforma con altri software (CMS, sito web, ecommerce, social, ecc.) tramite API, Webhook e software di marketing automation come Zapier. Questo è un aspetto molto importante per favorire l’interscambio di dati tra i software che usate in azienda.
  7. Landing page: alcuni software si spingono un po’ più in là, fornendo la possibilità di creare delle vere e proprie pagine di atterraggio per i vostri potenziali clienti (questo è quindi un plus, ma potrebbe sempre tornarvi utile).
  8. CRM: è la sezione di archivio e gestione dei contatti e, soprattutto, delle loro informazioni chiave. Alcuni software permettono di avere una maggiore flessibilità e personalizzazione dei campi, mentre altri sono un po’ più rigidi. In alcuni casi è persino possibile creare delle vere e proprie pipeline di vendita e seguirne i vari step. Anche questa non è una funzione di base, e non è sviluppata allo stesso modo nei vari software, ma avere più informazioni concentrate all’interno dello stesso strumento vi permette di avere più visibilità e di poter creare comunicazioni sempre più personalizzate in relazione alla customer journey dei vostri contatti.
  9. Editor Drag & Drop: è il sistema di creazione delle mail più diffuso, che permette attraverso un editor di testo e dei modelli preconfigurati, di creare email in un attimo. Questa è una funzione utile soprattutto se nel vostro team non avete una figura esperta di design.
  10. Test A/B: possibilità di eseguire test tra due versioni di email; è una funzione un po’ più avanzata, ma è praticamente presente in qualunque software che si rispetti e vi permetterà di testare modelli e campagne per individuare le varianti migliori per il vostro target.

Queste sono le risorse fondamentali a cui fare attenzione nella scelta del giusto software di email marketing.

I software di email marketing, che vi mostrerò di seguito, hanno tutte queste funzionalità ma le offrono in quantità e qualità differenti a seconda del piano di abbonamento che sottoscriverete.

I 7 migliori software di email marketing a confronto

Nel mercato ci sono diversi software di email marketing ed è davvero difficile sceglierne uno come migliore. Per cui ho selezionato quelli che reputo più interessanti, cercando di confrontarli in base alle caratteristiche fondamentali, in modo che possiate decidere in base alle vostre necessità il migliore… Per voi!

GetResponse

getresponse logo migliori software email marketing confronto

Azienda polacca, fondata nel 1997 da Simon Grabowski con l’obiettivo di offrire uno strumento di automazione per il marketing delle aziende.

Offre 4 piani di abbonamento, tra i quali uno Free, il cui prezzo varia a seconda del numero di contatti all’interno delle proprie liste.

Ho scelto di mostrarvi le caratteristiche principali del Piano Base dal costo di 13 euro/mese:

  • Lead: 1000 
  • Email: illimitate
  • Consenso: double opt-in
  • Reportistica e statistiche: sì 
  • Automazioni: limitate a email di benvenuto e autoresponder basico
  • Integrazioni: sì 
  • Landing page: sì, illimitate
  • CRM: segmentazione contatti in base al funnel di vendita
  • Editor Drag&Drop: sì
  • A/B Test: sì 

PRO: Sicuramente un plus è dato dalla possibilità di creare Landing Page e dal numero di mail illimitate. La segmentazione dei contatti ottimizzata in base alla fase di funnel in cui si trovano i singoli contatti è un’importante funzione da considerare.

CONTRO: Le automazioni sono basiche, e con questa soluzione non potrete eseguire grosse campagne con email automatiche. Potreste aver bisogno di un piano più costoso. 1000 contatti sono pochi o tanti? Dipende sempre da quanto sono attivi.

Getresponse.com

Active Campaign

logo activecampaign software email marketing confronto

Azienda americana, fondata nel 2003 a Chicago da Jason Van de Boom, con l’intento di aiutare le piccole aziende offrendo una soluzione per l’automazione del marketing. 

Offre 3 formule di abbonamento, a seconda che si voglia fare attività di Marketing, CRM, oppure entrambe.
Il costo dei piani di abbonamento varia in base alle attività che si intendono svolgere, piuttosto che sul numero di lead o email che si vogliono creare ed inviare.
Non ha nessun piano Free.

Ho scelto di mostrarvi le caratteristiche del Piano Plus dal costo di  49 euro/mese:

  • Lead: illimitati
  • Email: illimitate
  • Consenso: double opt-in
  • Reportistica e statistiche: sì 
  • Automazioni: sì
  • Integrazioni: sì
  • Landing page: no
  • CRM: sì
  • Editor Drag&Drop:  sì 
  • A/B Test: sì

PRO: sicuramente poter inviare email illimitate è un grosso vantaggio. La sezione CRM abbastanza sviluppata è il fiore all’occhiello di questo tool, con ottime segmentazioni e attribuzione di punteggi alle liste.

CONTRO: l’editor della Landing Page e la reportistica dei piani di base sono un po’ scarne e questo può essere limitante se cercate una piattaforma che faccia tutto. Il prezzo del servizio non è incoraggiante per i neofiti, ma è una soluzione molto valida per player più avviati e per le agenzie.

ActiveCampaign.com

SendInBlue

logo sendinblue migliori software email marketing confronto

Fondata nel 2007 da Armand Thiberge e Kapil Sharma, fu lanciata nel 2012 a Parigi. 

Offre una suite completa e 4 piani di abbonamento, tra i quali uno Free

Ho scelto di mostrarvi le caratteristiche del Piano Standard  al costo di 19 euro/mese:

  • Lead: illimitati
  • Email: 20k/mese
  • Consenso: double opt-in
  • Reportistica e statistiche: di base
  • Automazioni: sì, limitato ai 2000 contatti
  • Integrazioni:
  • Landing page: no
  • CRM: segmentazione contatti
  • Editor Drag&Drop: sì
  • A/B Test: no, bisogna acquistare la soluzione business da 49 euro/mese

PRO: I contatti illimitati e il numero di mail alto sono un vantaggio. Anche le automazioni, seppur limitate a soli 2000 contatti, sono a mio avviso un giusto compromesso tra il prezzo e la funzionalità. Infine la segmentazione dei contatti gioca a favore del tool.

CONTRO: La reportistica è presente ma è di base, limitato a KPI basilari (apertura mail, click mail). Ma la limitazione più importante rimane l’impossibilità di eseguire A/B Test (disponibili solo a partire dal Piano Business da 49 euro/mese).

SendInBlue.com

Mailchimp

logo mailchimp migliori software email marketing confronto

Azienda americana fondata nel 2001 da Ben Chestnut e Mark Armstrong con Dan Kurzius che si unì in un secondo momento. Si tratta probabilmente di uno degli strumenti più conosciuti, perché tra i primi ad entrare in questo mercato e a diffondersi tra le aziende di tutte le dimensioni.

Offre diverse soluzioni di email marketing, di cui una free. Il prezzo varia in base ai lead e alle funzionalità che si vogliono ottenere.

Ho scelto di mostrarvi le caratteristiche del Piano Standard dal costo di 18 euro/mese:

  • Lead: 500
  • Email: 6000/mese
  • Consenso: double opt-in
  • Reportistica e statistiche: sì 
  • Automazioni: multifase
  • Integrazioni: sì, 300 app
  • Landing page: sì; anche sito web
  • CRM: sì
  • Editor Drag&Drop: sì 
  • A/B Test: sì 

PRO: Un aspetto a vantaggio di questa piattaforma è la possibilità, oltre alla landing page, di costruire un sito web. Può essere utile per chi deve creare da zero tutta la presenza online. Anche le integrazioni, fino a 300 app e plugin diversi sono un buon fattore da considerare se avete una vasta gamma di software da intergrare tra loro per far funzionare al meglio le vostre campagne.

CONTRO: sicuramente i lead, 500, sono inferiori alle altre soluzioni sul mercato, considerando che alcuni strumenti già nella soluzione Free non hanno limiti. L’altro aspetto, a mio avviso negativo, è il servizio di assistenza solo in lingua inglese (un motivo in più per impararlo, ma per qualcuno può essere un limite da non sottovalutare).

Mailchimp.co
m

Mailjet

logo mailjet migliori software email marketing confronto

Mailjet è stata fondata nel 2010 da Wilfried Durand and Julien Tartarin a Nizza (Francia).

Offre 4 piani di abbonamento, tra i quali uno Free.
Il costo degli abbonamenti è dato dalla relazione tra funzionalità e numero di email mensili da inviare. 

Ho scelto di mostrarvi le caratteristiche del Piano Premium dal costo di 23 euro/mese:

  • Lead: illimitati
  • Email: 15k/mese
  • Consenso: double opt-in
  • Reportistica e statistiche: sì, avanzate
  • Automazioni: sì 
  • Integrazioni: sì
  • Landing page: no
  • CRM: sì
  • Editor Drag&Drop: sì 
  • A/B Test: sì

PRO: I lead illimitati e le statistiche avanzate sono un fattore importante da tenere in considerazione soprattutto se siete in fase di scaling del vostro business. La possibilità di eseguire A/B Test è a conferma della volontà di perseguire questo obiettivo.

CONTRO: Non poter costruire landing page può essere fastidioso per gli amanti delle ottimizzazioni, cioè di quelle soluzioni tout court. Inoltre la piattaforma è un po’ lentuccia e, in alcuni momenti, potrebbe un po’ snervarvi.

Mailjet.com

Hubspot

logo hubspot migliori software email marketing confronto

Soluzione americana, fondata nel 2006 da Brian Halligan and Dharmesh Shah.

Si presenta principalmente come una soluzione CRM (Customer Relationship Management) a cui si aggiungono le soluzioni per l’email marketing e la vendita. Non è quindi esclusivamente uno strumento di email marketing, ma è una piattaforma premium che, per la sua potenza e versatilità, merita una menzione anche in questa lista.

I piani in abbonamento vengono divisi in 2 grandi categorie

  • singolo imprenditore e startup 
  • media-grande azienda.

Analizzando la sezione per singoli imprenditori e startup, vi sono 3 tipologie di abbonamento, di cui una Free molto basilare. 

Ho scelto di mostrarvi le caratteristiche del Piano Premium dal costo di  41 euro/mese:

  • Lead: 1000
  • Email: 5 volte i lead/mese
  • Consenso: double opt-in
  • Reportistica e statistiche: sì
  • Automazioni: sì, 10 azioni
  • Integrazioni: Di base no. Utilizza Zapier
  • Landing page: possibilità di avere un blog
  • CRM: sì 
  • Editor Drag&Drop: sì
  • A/B Test: sì

PRO: Hubspot è essenzialmente un CRM con cui poter fare anche email marketing. Piattaforma completa e davvero professionale. Praticamente uno dei re di questo mercato e non solo.

CONTRO: L’aspetto negativo di questa piattaforma è sicuramente il prezzo, non certo economico, soprattutto se iniziano a crescere il numero di contatti e di utenti o se volete integrare la soluzione di email marketing con altre della stessa piattaforma.

HubSpot.com

4Dem

logo 4dem migliori software email marketing confronto

Un attimo di patriottismo per questa soluzione italiana attiva da oltre 10 anni, fondata da Paolo Errico (CEO).

È disponibile in formula abbonamento o pay-per-use (a consumo).
Offre 5 piani di abbonamento, tra i quali uno Free
Permette la scelta degli strumenti in base a quelle che sono le classiche fasi del funnel marketing: “comunica”, “coinvolgi”, “converti”.

Ho scelto di mostrarvi le caratteristiche del Piano Business dal costo di 49 euro/mese:

  • Lead: illimitati
  • Email: 22k/mese
  • Consenso: double opt-in
  • Reportistica e statistiche: sì
  • Automazioni: sì
  • Integrazioni: sì 
  • Landing page: sì
  • CRM: sì
  • Editor Drag&Drop: sì 
  • A/B Test: sì

PRO: Questa soluzione è davvero completa e ha tutte le caratteristiche in regola per avviare campagne di email marketing in maniera altamente professionale, ad un buon rapporto qualità/prezzo. 

CONTRO: Il prezzo, 49 euro/mese,  potrebbe non essere un investimento per tutte le tasche.

4Dem.it

Software email marketing gratis

Come avete potuto vedere, tutti i software, ad accezione di Active Campaign, offrono un piano gratuito alcuni dei quali con caratteristiche interessanti, in alcuni casi persino sufficienti per partire davvero a costo zero

Potete valutare anche questa strada per iniziare a prendere dimestichezza con questo genere di strumenti o se le vostre esigenze non sono molte o, ancora, se volete semplicemente provare il “touch and feel” con la piattaforma.

Di seguito vi lascio una tabella riassuntiva di tutti i tool in base alla caratteristiche del loro piano free (Active Campaign a 9 euro).

software email marketing gratis confronto

Quale software di email marketing scegliere?

Di seguito vi consiglio il migliore software di email marketing in base alle vostre esigenze: 

  • Se siete freelance/consulenti e dovete gestire dei piccoli business o ecommerce
    Vi consiglio di scegliere un software facile da usare, che offra un buon modello di personalizzazione della mail e una buona segmentazione dei contatti, così da permettervi di concentrarvi sulla qualità più che sulla quantità, dandovi modo di creare email sempre più personalizzate, progettate per convertire.
    Optate per uno tra GetResponse, Mailchimp, Mailjet e 4Dem.
    Mi sembrano ottimi per raccogliere lead, personalizzare le vostre email e cominciare a familiarizzare con le statistiche.
  • Se siete una startup che vuole costruire nel tempo un nuovo canale di marketing
    Il vostro obiettivo potrebbe essere quello di raggiungere più contatti e quindi potrebbe essere un plus avere a disposizione anche strumenti per creare landing page, automazioni delle email e la possibilità di fare A/B Test (quest’ultima opzione è sempre presente nei piani a pagamento).
    Optate per uno tra Active Campaign, GetResponse e SendinBlue. Questi tool vi permetteranno di raccogliere lead e inviare tante mail, soprattutto se il vostro scopo è sviluppare la brand awareness.
  • Se siete un’azienda medio grande o se volete investire molto sull’email marketing
    In questo caso è fondamentale  integrare l’attività di email marketing con le informazioni di un CRM. Il successo di ogni attività sta spesso nei suoi clienti fidelizzati. Fare un investimento in questa direzione potrebbe rappresentare la svolta che state cercando.
    Scegliete le soluzioni offerte da Hubspot o Active Campaign, software che ripongono maggiore attenzione all’attività di CRM, cioè alla cura dei rapporti coi clienti.

Conclusioni

Siamo giunti alla fine di questo articolo, con cui spero di aver chiarito al meglio i vostri dubbi sulla scelta del miglior software di email marketing per la vostra attività.

Ricordatevi di partire dal vostro modello di business e dall’obiettivo che volete raggiungere con l’email marketing.

Fatte queste considerazioni, come dico sempre, adesso tocca a voi!
Mettetevi all’opera, anche con un piano free, e scoprite le potenzialità dell’email marketing dando vita alla vostra prima campagna di email marketing.

Buona scelta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *